Nuove disposizioni fino al 13.11.2020 per la prevenzione e la gestione dell'emergenza epidemiologica da covid-19

20 Ott

ESERCIZI DI RISTORAZIONE (BAR, RISTORANTI, PASTICCERIE, ecc.)

  • È consentita l'apertura dalle ore 5.00 alle alle ore 24.00 con consumo al tavolo, con un massimo di sei persone per tavolo.
  • Sono consentiti dalle ore 5.00 alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo.
  • Ai bar, pasticcerie, gelaterie ed esercizi consimili, è consentita l'apertura dalle ore 5.00 alle alle ore 23.00 dalla domenica al giovedì e dalle ore 5.00 alle alle ore 24.00 il venerdì e il sabato. Fanno eccezione i soli bar/punti di ristoro presso le stazioni di servizio delle autostrade e tangenziali nonché quelli presenti all’interno di strutture di vendita all’ingrosso che osservano orari notturni di esercizio.
  • È sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.
  • È consentita fino alle ore 21,00 la vendita con asporto con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Sono esclusi dal divieto gli esercizi di ristorazione che ordinariamente svolgono attività di asporto con consegna all’utenza in auto, i quali possono esercitare la propria attività fino alle ore 24,00, nel rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza vigenti, assicurando un sistema dei prenotazione da remoto.
  • Sono consentite le attività di mensa e catering che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
  • È obbligatorio per gli esercenti esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti.

PARRUCCHIERI E CENTRI ESTETICI

Non sono previste limitazioni per questo tipo di attività, nel rispetto delle norme sul distanziamento e dei vigenti protocolli nazionali/regionali di sicurezza anti-diffusione SARS-COV-2 per il settore.

SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E BINGO

Sono consentite dalle ore 8,00 alle ore 21,00.

È fatto obbligo ai gestori delle sale gioco e scommesse:

  • di consentire l’ingresso nei locali di esercizio soltanto previa disinfezione delle mani con soluzioni idroalcoliche e misurazione della temperatura corporea, vietando l’ingresso ove essa risulti superiore a 37,5°C;
  • di limitare la presenza dell’utenza all’interno dei locali in modo tale da garantire il rispetto di un distanziamento minimo di 1,5 metri tra le persone;
  • di adottare ogni misura, anche organizzativa, volta a scongiurare ogni assembramento anche all’esterno.

PALESTRE, PISCINE, CENTRI SPORTIVI

Sono consentite l'attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport.

Sono vietati sport di contatto e dilettantistici.

SAGRE E FIERE, CONGRESSI E CONVEGNI

Sono vietate fiere e sagre locali ad esclusione delle manifestazioni fieristiche di livello nazionale e internazionale, e, in generale, è vietata ogni attività o evento il cui svolgimento o fruizione non si svolga in forma statica e con postazioni fisse;

Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza.

N.B. Sono confermati i Protocolli di settore approvati con ordinanze regionali e vigenti alla data del 13 ottobre 2020, recanti le misure di sicurezza obbligatorie prescritte per i titolari e gli utenti di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, ivi compreso l’obbligo di porre a disposizione, all’ingresso e all’interno dei locali, soluzioni idroalcoliche igienizzanti e di subordinare l’ingresso da parte degli utenti alla avvenuta igienizzazione delle mani e alla protezione delle vie respiratorie attraverso l’uso della mascherina.

Le violazioni delle suddette disposizioni sono punite con il pagamento di una sanzione amministrativa da € 400 a € 1.000 (art. 4 L. 35/2020), nonché con la chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni.

Sant’Anastasia, 20 ottobre 2020.

                        IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

arch. Dario Saetta

Comune di Sant'Anastasia 2021 AltCovid-19 by fp